Al Signor Giuseppe Bettinelli

 

Eccole due altri oratori, dopo i quali ella potrebbe fare un frontespizio semplicissimo, stampando in mezzo alla pagina Poesie liriche del Sig. Abate Pietro Metastasio. E poi mettere i componimenti che le accludo.#1 Nel venturo ordinario le trasmetterò due canzonette, e alcuni sonetti non ancor pubblicati che potrà andar frammischiando fra i suddetti componimenti lirici. Dico frammischiando, perché essendo pochi quelli che potrò ricordarmi, non farebbono una mole sufficiente stampati a parte, o sia consecutivamente. 

     Le rendo grazie degli esemplari inviati a Roma, come degli altri incamminati a Vienna.#2 E pronto a’ suoi comandi resto 

Vienna 28 novembre 1733.
 

 

Tali desiderata corrisponderanno effettivamente all’articolazione del terzo volume delle Opere drammatiche (1733), aperto dagli oratori sacri, cui seguirà una sezione, con frontespizio autonomo, di Poesie liriche del Signor Abate Metastasio (pp. 145 sgg.).
 

Cfr. le lettere a Bettinelli del 7 e 14 novembre 1733.