Al Signor Giuseppe Bettinelli

 

Le accludo l’Angelica corretta,#1 serenata, che va fra le opere disapprovate: La morte di Catone: L’origine delle Leggi: Il Ratto d’Europa: un’Oda sopra il Ss. Natale, e la tragedia del Giustino, che con quest’ordine, col quale io le nomino, termineranno il settimo tomo.#2 Sono composizioni secondo me così deboli ch’io non ho avuto coraggio di rivederle, per risparmiarmi la pena di considerare che debbano tornare sotto gli occhi del pubblico, il quale in rileggendole non avrà sempre chi gli ricordi per mia scusa l’età in cui le scrissi. Mi raccomando a lei, ed al suo correttore, perché ne osservi, ed emendi non solo gli errori di stampa, ma quegli ancora d’ortografia, e di lingua che pur troppo ve ne saranno.#3

     Ho ricevuto gli undici esemplari sciolti: manderò a far diligenza per gli altri; e intanto ringraziandola e di questi, e di quelli, mi confermo al solito 

Vienna 22 del 1734.

 

Cfr. la lettera a Bettinelli del 5 dicembre 1733.
 

L’ordine voluto da Metastasio risulta rispettato nel terzo volume delle Opere drammatiche (pp. 379-520), stampato nel 1734, sebbene rechi sul frontespizio la data del 1733. Conferma giunge da un annuncio dell’uscita dell’edizione dato nelle Novelle della Repubblica delle Lettere dell’anno MDCCXXXIII, In Venezia, Presso Giovambattista Albrizzi, 1734, p. 257: «Il primo tomo, che sarà di settanta fogli in circa, e conterrà buona parte de’ drammi, sarà terminato di stamparsi verso il fine del venturo settembre; il secondo, che racchiuderà il resto de’ drammi e qualche altro componimento, d’ugual grandezza del primo, si darà nel fine del novembre di quest’anno. Il terzo sarà finito nel mese di gennaio dell’anno nuovo, e comprenderà tutte le altre composizioni con ugual numero di fogli» (corsivo mio). Non trovo, invece, alcun riscontro su questo «settimo tomo» citato da Metastasio.
 

Indicazioni al correttore editoriale anche nella lettera a Bettinelli del 14 novembre 1733.